ASSOCIAZIONE O.N.L.U.S. FERITI E VITTIME DELLA CRIMINALITà E DEL DOVERE

FERVI[damente] CREDO nella solidarietà

 
Eventi
giovedì 23 maggio 2019
Seminario Post- incidente critico per Operatori delle Forze dell’ordine e del Soccorso

Cari soci ed amici,

la nostra Associazione unitamente all’AIGESFOS (Associazione Italiana per la Gestione dello Stress nelle Forze dell'Ordine e del Soccorso) ha organizzato a Venezia - Zelarino per i giorni 23-24-25 ottobre p.v., il primo seminario Post- incidente critico per Operatori delle Forze dell’ordine e del Soccorso.  

In allegato alla presente troverete una descrizione dettagliata dell’iniziativa, la locandina e moduli da compilare per la partecipazione.

Un caro saluto.

La segreteria Associazione Onlus Fervicredo 


mercoledì 22 maggio 2019
Giovedì 23 maggio, a San Luca, si celebra l’anniversario della strage di Capaci e di tutte le Vittime di ogni forma di criminalità.

Fervicredo: “Lavoriamo da Nord a Sud per tenere viva la memoria dei nostri migliori esempi.”

Tutto è pronto per l’appuntamento di dopodomani a San Luca (RC), dove si svolgerà la grande manifestazione organizzata in occasione dell’anniversario della strage di Capaci anche dall’Associazione 
Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere).
“E’ una giornata in memoria di tutte le Vittime del Dovere e di ogni forma di criminalità – dice Mirko Schio, Presidente di Fervicredo -, perché il 23 maggio ormai è assurto a giorno che per il suo altissimo valore simbolico rappresenta tutte le date tragiche che hanno segnato questo Paese, che ha perso così tanti eroi in nome del bene comune. E non è certamente un caso se questa iniziativa si chiama ‘…Per ricordare!’, perché il nostro prioritario impegno, da Nord a Sud del paese, è quello di tenere viva la memoria dei nostri migliori esempi, di esaltare la dignità ed il coraggio dei loro Familiari, di promuovere la più profonda solidarietà verso chiunque ancora porti su di sé le tracce dei sacrifici compiuti in nome della Patria”.


giovedì 9 maggio 2019
Fervicredo oggi alla Camera per la Cerimonia in memoria delle Vittime del terrorismo

Schio: “Dare loro concreta solidarietà e soprattutto rendere giustizia a chi ancora l’aspetta”

C’era anche Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere), oggi a Roma, alla cerimonia in memoria delle Vittime del terrorismo e delle stragi. Ospite alla Camera dei Deputati, alla presenza delle massime cariche dello Stato, una folta delegazione dell’Associazione guidata dal Presidente, Mirko Schio, il Segretario, Paolo Petracca, e il Consigliere, Maurizio Vian, accompagnati da una decina di soci Vittime del terrorismo e Familiari.


lunedì 22 aprile 2019
20 anni di Fervicredo Rassegna Stampa

Raccolta articoli e comunicati "20 anni di Fervicredo"

Allegati
download

domenica 14 aprile 2019
20 anni di Fervicredo 12 Aprile 2019 le Foto e i Video

 

           TUTTE LE FOTO                                  I VIDEO


venerdì 12 aprile 2019
“20 anni di Fervicredo il convegno”

“Offrire attraverso il ricordo un tributo di riconoscenza a quanti in questo Paese hanno versato il loro sangue per difendere i cittadini e affermare la legalità in tutte le sue forme, e contribuire a trasmettere ai più giovani, attraverso la memoria viva di alcune vittime superstiti e familiari, la passione e la cultura della legalità”. E’ questo il duplice senso che Mirko Schio, Presidente e Fondatore della Fervicredo, ha voluto dare al convegno tenuto a Venezia per celebrare la fondazione, nel maggio del 1999, dell’Associazione dei Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere. Mirco Schio ha ripercorso le motivazioni storiche che hanno portato alla nascita dell’associazione, con il duro tributo di sangue pagato dalle Forze dell’Ordine durante gli anni di piombo e la stagione del terrorismo politico ed eversivo.

Guarda le foto ed il video del congresso su facebook:
https://www.facebook.com/groups/392693257516618


mercoledì 10 aprile 2019
Tutto pronto per la grande festa di Fervicredo che compie 20 anni

Venerdì parola a relatori d’eccezione e ai Testimoni della memoria

Saranno molti e illustri i relatori che prenderanno la parola venerdì 12 aprile, a Venezia, all’incontro “20 anni di Fervicredo nel ricordo delle Vittime la cultura della legalità”; ma proprio il tema della giornata suggerisce che i veri protagonisti saranno i Testimoni della Memoria (Donato Agnoletto, Vittima della criminalità organizzata; Luigi Elefante, Familiare di Vittima del Dovere; Marina Orlandi Biagi, Familiare di Vittima del terrorismo; Maurizio Campagna, Familiare di Vittima del terrorismo; Silvio Busato, Vittima del Dovere), che con le loro attestazioni ricostruiranno l’immagine vivida e concreta degli universi di sofferenza ma anche di coraggio, di forza, di speranza che una realtà come Fervicredo racchiude.


lunedì 8 aprile 2019
Fervicredo compie 20 anni!

Il Presidente Schio: “Venerdì 12 aprile sarà una giornata speciale, con ospiti illustri e tanti amici, da vivere tutti insieme, di persona o anche in diretta streaming” L’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) compie 20 anni.

Alla speciale occasione sarà dedicata una giornata di studio, “20 anni di Fervicredo nel ricordo delle Vittime la cultura della legalità”, che si terrà venerdì 12 aprile, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, presso la Sala meeting Dogi, al Russott Hotel, a Venezia – San Giuliano (via Orlanda 4).

Il Presidente di Fervicredo, Mirko Schio, presenterà l’incontro, moderato da Gian Marco Chiocci, direttore Adnkronos. Le relazioni saranno affidate a: Alessandro Meluzzi, psichiatra e criminologo; Alfredo Mantovano,magistrato, Vice Presidente del Centro studi Livatino; Fabio Dattilo, Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco; Franco Gabrielli, Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza; Franco Maccari,Fondatore di Fervicredo e Vice Presidente Nazionale Fsp Polizia di Stato; Gianfranco Bettin, Sociologo e scrittore.



martedì 4 dicembre 2018
Fervicredo e il procuratore Manzini ieri nelle scuole di Mestre

“Il potere delle parole contro la criminalità organizzata”

La legge della criminalità organizzata è la legge del silenzio, ma girarsi dall’altra parte non si può. Una coscienza civile vera e forte impone di tenere comportamenti con essa coerenti, perché il cambiamento che noi vogliamo passa per il nostro coraggio di rendere normale il rifiuto dell’illegalità, attraverso la denuncia.

È questo il messaggio netto, forte, chiaro, che è stato lanciato oggi agli studenti dell’Istituto superiore “Bruno – Franchetti” di Mestre, nel corso dei due incontri che si sono tenuti nelle due rispettive sedi scolastiche - organizzati dall’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) – con il procuratore aggiunto della Procura di Cosenza, Marisa Manzini.


domenica 2 dicembre 2018
Fervicredo lunedì nelle scuole di Mestre con il Procuratore Manzini contro la criminalità

Schio: “L’impegno per la legalità comincia dialogando con gli studenti”

L’associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) ha organizzato per lunedì, 3 dicembre, un importante iniziativa per la legalità che si terrà in due Istituti superiori di Mestre, con la presenza del procuratore aggiunto di Cosenza, Marisa Manzini.

“Il potere delle parole contro la ‘ndrangheta” è il tema degli incontri previsti uno a partire dalle ore 8.15 presso l’Istituto “G. Bruno”, e l’altro a partire dalle ore 11.15 presso l’Istituto “R. Franchetti”. Prendendo spunto dal testo “Fai silenzio ca parrasti assai”, scritto dal magistrato Manzini, i dibattiti verteranno sull’importanza della consapevolezza e della formazione nella lotta alla criminalità organizzata ai fini della crescita di una forte identità civile.


lunedì 26 novembre 2018
Fervicredo con il procuratore Manzini e Fsp Polizia agli studenti

“Difendete la vostra libertà con il coraggio della parola”

Difendere la libertà ed essere protagonisti della propria vita per un reale cambiamento e perché la comunità sia sempre migliore e più somigliante a come la si vuole. Questo il messaggio partito oggi dall’Istituto Superiore “Fermi” di Catanzaro, dove l’Fsp Polizia - Federazione sindacale di Polizia ha organizzato la presentazione del libro “Fai silenzio ca parrasti assai”, scritto dal procuratore aggiunto di Cosenza, Marisa Manzini. Il magistrato, i vertici del Sindacato di Polizia e l’associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere), cui la Manzini ha scelto di destinare tutti i proventi del libro, hanno parlato agli studenti delle terze, quarte e quinte classi partendo dal volume in cui la Manzini ha raccolto tante esperienze di una vita vissuta contrastando la ‘ndrangheta, per diffondere un forte segnale di speranza e di coraggio spronando i giovani ad essere i veri autori di una svolta per una terra bellissima e ricca di potenzialità come la Calabria, imparando a fare scelte nette che testimonino da quale parte si intende stare.

“Saper scegliere dalle piccole cose di ogni giorno fino ai grandi momenti della propria vita restando senza compromessi nell’alveo della legalità, rifiutando i compromessi e ribellandosi a chi vuole imporre silenzio e omertà”, questo è stato il motivo conduttore di tutti gli interventi che si sono susseguiti dopo i saluti della dirigente scolastica, Teresa Agosto, moderati da Giuseppe Brugnano, Segretario nazionale Fsp Polizia.    

“Sono convinta che il contrasto alla criminalità e alla cultura mafiosa non può essere limitato alla pur fondamentale azione repressiva, ma è indispensabile una rivoluzione delle coscienze, un’assunzione di responsabilità da parte di ogni cittadino, del coraggio e dell’onestà nelle piccole e grandi scelte di ogni giorno. E’ necessaria anche la rivoluzione della parola” ha aperto la strada l’onorevole Wanda Ferro, componente della Commissione parlamentare antimafia che, trattenuta a Roma per i lavori a Montecitorio, ha affidato il suo pensiero a un messaggio letto ai presenti.

“E’ indispensabile capire quando dire sì e quando dire no, senza se e senza ma – ha detto poco dopo il deputato Antonio Viscomi -, sapendo riconoscere i comportamenti mafiosi che possiamo avere intorno in tutti i contesti, perché il mafioso non è più quello con la coppola, ma chiunque intenda usare un potere di condizionamento delle nostre scelte. Ma saper scegliere liberamente è indispensabile, perché non possiamo delegare ad altri le nostre scelte quotidiane. Attraverso quelle – ha concluso il parlamentare facendo un appello ai ragazzi – a voi è affidata l’opera di rigenerazione di questa società, a noi, politici in primis, quella di dimostrare la credibilità delle istituzioni”.

“Due sono le cose fondamentali in cui credo specie dopo la mia esperienza di vita – ha detto poi Mirko Schio, presidente di Fervicredo, costretto su una sedia a rotelle quando, da poliziotto, fu gravemente ferito in un conflitto a fuoco con dei trafficanti di armi -. Una è l’importanza di scegliere da che parte stare, subito e sempre, specie da ragazzi quando si ha una vita di fronte a cui dare un senso; e l’altra è capire che nulla è impossibile, ma che ciascuno può e deve trovare il modo di dare il proprio contributo per cambiare le cose in meglio, come io ho imparato a fare seduto su questa carrozzina, da cui lavoro ogni giorno con tanti amici di Fervicredo per migliorare la vita di altri”.

“Siamo poliziotti e oggi stiamo qui con voi per ribadire che Forze dell’ordine e magistratura sono sempre al vostro fianco in difesa della libertà – ha voluto rimarcare Franco Maccari, Vice Presidente nazionale Fsp -. E lo facciamo anche in questo modo, andando al di là del nostro servizio quotidiano, proprio come la dottoressa Manzini che, con una generosità non comune, oltre a sacrificarsi ogni giorno per la legalità si spende soprattutto per i giovani. Il senso di tutto questo è uno: e cioè che il nostro lavoro continuo e costante non può bastare senza il vostro coinvolgimento. Perché senza l’impegno delle singole persone nel fare quotidiano un vero cambiamento non si può realizzare”.

“Voi siete una generazione che ha una marcia in più – ha detto ai ragazzi insistendo sul tema anche Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia -, perché avete lo strumento della parola e della denuncia rispetto a temi come la ‘ndrangheta che fino a qualche anno fa ancora qualcuno addirittura negava esistesse. Avete gli strumenti per difendere la vostra libertà, per affermare la vostra dignità, per tradurre in gesti concreti il coraggio che serve per essere protagonisti delle proprie vite, rifiutando scorciatoie e convenienze che portano alla schiavitù, magari scegliendo strade più lunghe e faticose ma che portano alla reale affermazione di se stessi. Strumenti che dovete usare con fiducia, perché troverete sempre Forze dell’ordine e magistrati al vostro fianco, troverete sempre chi vi scolta, chi vi protegge, chi vi sostiene, in qualsiasi circostanza. Avete la certezza che noi ci siamo, quindi l’unica cosa che resta da capire è se voi volete essere da questa stessa parte”.

“Abbiamo il dovere di tenere quei comportamenti che diano vita a una società così come la vogliamo, usando il dirompente potere della parola e della denuncia – ha rimarcato in una diversa maniera anche il procuratore Manzini parlando del suo volume -. E il titolo che ho scelto per il libro, riportando le parole di un boss di ‘ndrangheta, è chiarissimo in questo senso, perché se la criminalità vuole il silenzio allora noi dobbiamo fare una sola cosa: parlare. Se io non ho il coraggio di dire ciò che non accetto, e di denunciarlo, allora io quella cosa la avallo. Ma in realtà parlare e rifiutare certi comportamenti dovrebbe essere la normalità. Una normalità di cui ci dobbiamo riappropriare, con il sostegno che in questo senso ci viene dalle Forze dell’ordine e dalle altre istituzioni, perché la criminalità si crede e vuole apparire forte, ma noi, tutti insieme, siamo più forti”.         


giovedì 19 luglio 2018
19 luglio, a Palermo maratona commemorativa degli eroi di via D’Amelio

La famiglia Borsellino stamane nella Chiesa di San Francesco Saverio all’Albergheria, comunità
impegnata per il riscatto del territorio, a cui è da sempre legata: un gesto mite e forte ha aperto oggi
il giorno della memoria delle vittime nel 26esimo anniversario della strage di via D’Amelio.


sabato 21 aprile 2018
Grande partecipazione al Seminario di Fervicredo

Il solo luogo dove ha scelto di parlare Laura Apolloni, sopravvissuta all’attentato del Bataclan. Schio: “Questa nostra è una casa per le Vittime”

C’è una grande differenza fra una “vittima” intesa come un “dato” che accresce di drammaticità una notizia di cronaca rendendo l’idea della compromissione di una vita a causa di una fatto ingiusto; una “vittima” intesa, purtroppo a volte, come una buona “occasione” per sfoderare tutta la propria capacità dialettica dando prova di un eloquio politically correct tanto forbito quanto vuoto, ed elargendo a piene mani massicce dosi di solidarietà tutta inutile ed evanescente; e una “Vittima” intesa come una “Persona” che si trova suo malgrado a fronteggiare un ostacolo che fa sembrare impossibile trovare la forza di rivivere, una Persona con la sua storia, i suoi sogni bruscamente stravolti, i suoi bisogni tutti nuovi e sconosciuti e la sua paura di non farcela.

guarda le immagini


martedì 27 marzo 2018
Invito Assemblea Generale dei Soci e Seminario 20 Aprile 2018

Cari soci, amici, simpatizzanti e sostenitori,

vi invitiamo all’ Assemblea Generale dei Soci prevista per le ore 15.00 del giorno 20 aprile p.v.

L’assemblea sarà preceduta nella stessa mattinata da un seminario dal titolo: “ L’Evoluzione normativa - l’impegno della Fer.Vi.Cr.eDo.” .

Nei link sottostanti troverete la locandina con il programma e la scheda di accredito al seminario.

Vi aspettiamo numerosi!!!!

Segreteria Fervicredo

PS: per gli appartenenti alla Polizia di Stato in servizio è possibile chiedere l’autorizzazione alla partecipazione al seminario  come giornata di formazione .


venerdì 9 marzo 2018
Fervicredo a Treviso per l’intitolazione in onore di Paccagnan, Soligo, Murer e Scapinello

C’era anche Fervicredo, oggi a Treviso, per l’intitolazione dell’area compresa tra la Loggia dei Cavalieri e via Martiri della Libertà agli agenti della Polizia di Stato Massimo Paccagnan, Fanio Soligo, Andrea Murer e Luca Scapinello, Vittime del Dovere.

“Non saremmo mancati per nulla al mondo - ha detto Mirko Schio, presidente dell’Associazione Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere


venerdì 8 dicembre 2017
Fervicredo fra i relatori al Workshop di Medicina legale per la Pubblica Amministrazione 2017.

Schio: “Ennesimo prestigioso riconoscimento del nostro instancabile impegno”  

L’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) è stata fra i relatori del Workshop 2017 organizzato ieri a Roma dall’Associazione Nazionale di Medicina Legale per la Pubblica Amministrazione. Nella prima sessione mattutina dei lavori, infatti, una vasta platea ha potuto ascoltare l’intervento del Presidente di Fervicredo, Mirko Schio, che ha relazionato sul tema “Le Vittime del dovere: tra novità normative e giurisprudenziali della Corte di Cassazione”. 


giovedì 20 luglio 2017
Fervicredo alla commemorazione della strage di via D’Amelio.

“Momenti utili per riflessioni che devono impegnare per tutti i giorni dell’anno. Tanto c’è da fare, anche se tanto è stato fatto”

“Ci sono giorni che hanno un valore tale da poter assurgere a simboli di tutto quanto significa lotta alla criminalità e sforzo per ricordare, oltre che per trovare la via giusta per stare concretamente al fianco delle Vittime e alle loro Famiglie. Certamente il 19 luglio è una di quelle date e noi non potevamo che essere in prima fila alla commemorazione delle Vittime della strage di via D’Amelio, il giudice Paolo Borsellino, e cinque agenti della polizia di Stato che lo scortavano, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter, Cosina e Claudio Traina. Presenti il 19 luglio a questa cerimonia di Venezia, ma attivi per trecentosessantacinque giorni all’anno per dare concretezza alle parole e alle riflessioni che si fanno in occasione di queste commemorazioni, che sono e restano importanti ma il cui significato deve andare al di là delle cerimonie”. 

>guarda le foto


domenica 5 marzo 2017
Fervicredo Onlus 5 per mille!

Il comunicato stampa.


martedì 25 ottobre 2016
Inaugurata la nuova sede di Fervicredo

Inaugurata la nuova sede di Fervicredo, Schio: “Un giorno importante, un punto di arrivo e di ripartenza. Abbiamo ottenuto molti risultati ma tanto ancora c’è da fare e noi saremo qui” 

Guarda le immagini


Copyright 1999 - | FER.VI.CR.eDO. Tutti i diritti riservati